24 maggio 2006

London Tea Experience parte prima: Twinings

Tornare ad Amalfi è stata dura perché Londra è la città per eccellenza, vitale e ricca di possibilità. Amalfi, invece, è un'oasi turistica bella e tranquilla, ma cucita un po' troppo stretta rispetto alle mie passioni.
Comunque è importante ogni tanto concedersi uno shock culturale di questo tipo così da dare più slancio alla propria vita di tutti i giorni.
Il giro del tè è iniziato con Twinings che quest'anno festeggia i 300 anni dalla nascita. Speravo in qualche celebrazione o almeno in una serie speciale e invece...
Il negozio di Twinings è sullo Strand, proprio di fronte alla Corte di Giustizia. Meta di turisti da tutto il mondo è chiuso il Sabato.
L'emozione di trovarsi vis a vis con la leggenda Twinings è molto forte: la bianca facciata con la celebre insegna sembra il preludio di delizie. Invece è solo una istituzione appunto per turisti. Uno stretto corridoio ospita su entrambi i lati la produzione Twinings di tè sfusi e in bustine. Niente più.
Se aggiungete che la signora addetta al negozio non è ben disposta al dialogo e non vi darà nessuna informazione supplementare (alla mia richiesta circa eventi in programma per l'anniversario dei 300 anni, mi ha risposta con un'alzata di sopracciglio e un convinto no).
Comunque la prima tappa l'ho fatta da Twinings ma credo di essere guarito e, se ci sarà una prossima volta, vi rinuncerò volentieri.

4 Comments:

At giugno 05, 2006 6:54 PM, Blogger Andrea 'Shand' Cozzolino said...

Pensa che io l'ultima volta che sono stato a Londra ci sono andato di Sabato :(
Tu almeno hai visto l'interno :P

LLP, Andrea

 
At giugno 06, 2006 1:43 PM, Blogger fireflower said...

C'è il Limited Edition Celebration Blend (of Assam and Kenyan tea) della Twinings con il quale ci possiamo consolare e celebrare umilmente i 300 years of Expertise...

 
At giugno 08, 2006 5:07 PM, Anonymous Anonimo said...

COncordo con te nel dire che Parigi è decisamente meglio di Londra teisticamente parlando: Londra dal punto di vista del tè non mi ha lasciato niente, mentre Parigi..eh, Parigi val bene un tè!

 
At settembre 06, 2006 10:26 AM, Blogger Andrea said...

Nessun paragone possibile con Mariage Freres che mi mette i brividi già prima di entrare.
Comunque è vero che bisognava approfittare del Celebration ma mi aspettavo qualcosa in più per festeggiare i 300 anni. Iniziative o mostre o un grosso teatime collettivo, e invece niente. Anzi la commessa mi ha guardato con una certa non velata sorpresa alla mia domanda. Come se avessi chiesto di incontrare Lord Twinings in persona.

 

Posta un commento

<< Home